Il Parco Europa

Data:
16 Ottobre 2019
Immagine non trovata

Situato nella zona Ovest del Comune di Bagnolo, il Parco Europa è stato inaugurato il 5 giugno 1993 ed è intitolato alla memoria di Bruno Rabitti, Sindaco di Bagnolo dal 1964 al 1980.

Con questo intervento si è dotato il paese del primo grande parco pubblico, arredato con attrezzature per un percorso-vita, aree di riposo e luoghi seminaturali destinati all'osservazione della natura.

La vegetazione impiegata è stata scelta tra le specie autoctone della Pianura Padana: acero campestre, pioppo cipressino, farnia, rosa selvatica, carpino, sanguinello, corniolo e crespino. Le scelte della vegetazione sono state compiute con il duplice obiettivo di garantire longevità alle piante e ricostruire l'ambiente tipico nostra pianura.
Successivamente è stata realizzata una pista ciclopedonale di collegamento con il quartiere Soave che assieme al ciclabile del quartiere Vachella, permettere ai cittadini di potersi agevolmente spostare in bicicletta all'interno del territorio comunale.

L'ampliamento del Parco Europa
A dieci anni dalla sua inaugurazione, il Parco Europa ha assolto due insostituibili funzioni: quella ecologica , di salvaguardia e ripristino degli ambienti naturali e quella sociale , di incontro tra i gruppi e le generazioni che sta assumendo una importanza sempre maggiore.
L'intervento di ampliamento permetterà di acquisire oltre 13000mq di verde pubblico pensati in continuità rispetto alle scelte di programmazione ambientale fatte nel passato. Questo intervento nasce dalla consapevolezza che il verde pubblico è divenuto un bisogno primario della società e rappresenta un investimento sulla qualità della vita dei cittadini e sulle opportunità che tale aree offrono per coinvolgere gli abitanti e rafforzare il senso di appartenenza ad una comunità.
Il progetto di ampliamento del Parco, rientra in una politica di gestione del territorio che mira alla sostenibilità dello sviluppo urbano e alla valorizzazione dei caratteri naturalistici della nostra pianura, in modo da favorire la rigenerazione ecologica.
L'obbiettivo è quello di mantenere e ricreare, anche nell'ambito urbano, spazi con elevati livelli di naturalità e promuovere pratiche più rispettose dell'ambiente, concependo e realizzando il parco quale vera e propria "aula all'aperto", in cui natura e cultura trovino una giusta sintesi. A tal fine, il tema centrale del progetto, è rappresentato dalla sovrapposizione fra elementi tipici del paesaggio naturale originale (il bosco) che occorre ricostruire e i segni lasciati dall'uso agricolo del territorio (piantata, prato stabile) che verranno conservati.

Ultimo aggiornamento

Giovedi 09 Luglio 2020