Baniolum Barbaricum, a Bagnolo in Piano torna Il Festival dell'alto Medioevo e delle Invasioni Barbariche

18-19 maggio 2024, Parco Europa

Immagine principale

Descrizione

Torna, per la terza edizione, Baniolum Barbaricum, il Festival dell'Alto Medioevo e delle Invasioni Barbariche promosso dall'Amministrazione comunale e in programma sabato 18 e domenica 19 maggio prossimi presso il Parco Europa.

Il tema di quest’anno sarà incentrato sui Barbari nell’Impero Romano – esercito, migrazioni, vita quotidiana. Goti, Gepidi, Rugi, Avari e Sarmati in Emilia Occidentale.

Proseguendo la linea di intenti che ha dato vita alla manifestazione, incentrata sulla riscoperta dei secoli più oscuri del primo Medioevo, dalla caduta dell’Impero Romano fino all’anno Mille, verrà esplorato il periodo precedente il crollo dell’Impero sotto le spinte delle invasioni barbariche, dal 378 al 410 circa.
Si è scelto di fare un passo indietro nella Storia proprio per approfondire e chiarire come e perché siano giunti interi popoli, cosiddetti barbari, in Italia e qui, in Emilia.

Questi decenni sono fondamentali per comprendere come si sia arrivati alla disgregazione dell’Impero più vasto e potente del mondo allora conosciuto.
Dalla Battaglia di Adrianopoli, in cui i Goti sconfissero l’esercito dell’Imperatore Valente, fino al Sacco di Roma ad opera dei Visigoti di Alarico, si concentrò un’incredibile pressione dei barbari provenienti da nord e da est, che gravavano sia sui confini (i limites) che dall’interno (coloni, soldati e comandanti di origine barbarica).

Diverse le novità di quest'anno.
Tre gruppi di rievocazione storica fra i migliori del panorama italiano, saranno i protagonisti delle numerose attività presenti a Baniolum Barbaricum. La Legio I Italica, rappresenterà il periodo romano tardo-imperiale, Sippe Ulfson e Militia Sancti Michaeli, rispettivamente Goti e barbari dell’Est, impersoneranno i popoli barbarici giunti in Italia come foederati, ausiliari e coloni chiamati dai vari imperatori che si sono succeduti prima della caduta.
Scene di vita quotidiana all’interno degli accampamenti, si alterneranno a spettacoli di ricostruzione storica che culmineranno nella rievocazione della domenica pomeriggio dove verrà inscenato il miracolo di un’arcaica apparizione mariana, dal titolo "Virgo arborum: il miracolo della Madonna degli Alberi".
Il sabato pomeriggio verrà rievocato un matrimonio fra una romana e un barbaro, con la cerimonia di vestizione e preparazione che precedeva la celebrazione vera e propria.

Una novità inedita: verrà giocata un partita di Harpastum, l’antenato di uno sport simile a calcio e rugby, con la quale si allenavano i legionari prima delle battaglie.
Tre compagnie di arcieri, Artemide, Lupo e Guardia di Canossa, oltre ad esser parte attiva delle rievocazioni, saranno a disposizione del pubblico in particolar modo per l’apprezzatissimo Gran Torneo dei Mercenari, nonché per insegnare a tirare con l’arco sia agli adulti che ai bambini.
I bambini continueranno ad essere protagonisti al festival!
Lo spazio bimbi quest’anno sarà popolato da draghi, giochi, laboratori e spettacoli.
Stage tenuti dai gruppi storici insegneranno i rudimenti dei combattimenti con spada e scudo dei barbari e dei legionari romani, oltre a partecipare alle sfilate in abiti storici per le vie del paese e dentro al parco.
Sempre ai bambini è dedicato lo spazio degli animali, al centro del Parco. Gli asinelli di Francesco e i rapaci notturni di Davide del Mulino dei Gufi, saranno un interessante momento di avvicinamento e conoscenza per bambini e famiglie.
Il grande successo riscosso nella seconda edizione, ci ha ispirato per sviluppare ulteriormente i Giochi barbarici. Si tratta di un percorso ad ostacoli che simulerà una caccia, aperto a tutti, bambini e portatori di differenti abilità, in grado di impegnare e divertire i partecipanti.

Un grande contributo, fin dalla prima edizione, verrà dal Piccolo Ranch di Massenzatico. Lo staff crea uno spettacolo equestre che segue il tema della manifestazione e che verrà proposto sia sabato che domenica. Inoltre, durante il festival lo staff è a disposizione del pubblico per le prove di equitazione.
Gli intenti culturali e didattici caratteristici di Baniolum Barbaricum, si esprimeranno specialmente con la mostra “A Romanis ad Barbaros”, un’esposizione didattico - illustrativa su elementi di vita quotidiana di Romani e Sarmati negli ultimi decenni del IV secolo, con pannelli esplicativi, ricostruzioni di oggetti d’uso comune, abiti e gioielli, questi ultimi creati appositamente dall’artista orafa Laura Nocco.

Per chi vuole “entrare” a pieno nel periodo storico trattato ci saranno due eventi importanti: la conferenza interattiva dal titolo "Roma e i Barbari fra vita quotidiana e leggende: il contributo dei Sarmati nel Nord Italia", realizzata in collaborazione con i gruppi storici; e lo showcooking della cuoca e blogger Barbara Cavalca, "Sapori dell’Impero Romano: persistenze culinarie e integrazioni dall’Est". Dimostrazione di cucina di epoca romana con assaggi per il pubblico.

Per chi vorrà fermarsi a pranzo e a cena, è garantita la presenza di ottimi food truck!

L’organizzazione dell’evento è a cura di Centro Sociale Papa Giovanni XIII, in collaborazione con Assessorato alle Politiche culturali, Associazione Culturale Laboratorio Democratico, Biblioteca Comunale “G.B. Rasori”, Circolo Culturale Giovanni Paolo II, Il Centro -Centro Giovani.

Direzione storica e artistica: Manuela Bertolini
Coordinamento organizzativo: Roberto Dallari

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito della manifestazione all'indirizzo www.baniolumbarbaricum.it

Vi aspettiamo numerosi!

Luogo

Il Parco Europa

Parco Europa, Bagnolo in Piano, Pieve Rossa, Bagnolo in Piano, Terra di Mezzo, Reggio nell'Emilia, Emilia-Romagna, Italia

Il Parco Europa

Date e orari

2024 18 mag

11:00 - Inizio evento

2024 19 mag

23:00 - Fine evento

A chi è rivolto

A tutta la cittadinanza.

Costi

Ingresso libero.

Allegati

Contatti

  • Telefono: 0522-957411

Pagina aggiornata il 13/05/2024